Risultati della ricerca per Categoria : applicazioni

7 articoli

Antonio Albanese Alex Drastico...quattro giorni a Natale

4 giorni a Natale, vi facciamo un regalo: una guida per visionare e creare mappe con uMap

Non vogliamo assolutamente prendere il posto di Babbo Natale ma vogliamo fare un regalo a modo nostro e secondo le nostre passioni… uMap è una delle più ricche piattaforme online per la visualizzazione e la creazione di mappe basate su OpenStreetMap. Il servizio è gratuito e prevede un’ampia gamma di personalizzazioni.  Recentemente la piattaforma è stata rinnovata e risulta migliorata l’interfaccia utente e la relativa esperienza d’uso. Sono state previste anche nuove funzionalità che arricchiscono l’elenco delle personalizzazioni possibili. Da sottolineare l’importante e utile possibilità di creare collegamenti automatici tra uMap e fogli su Google Spreadsheet. Ad oggi la piattaforma uMap ospita un numero elevatissimo di mappe create da utenti di tutto il mondo, … il campo “cerca” permette di trovare mappe tra le più utili, incredibili e strane. Alcuni membri della community di OpendataSicilia, utilizziamo da anni questo strumento, […]

InformaCOVID

InformaCOVID, il Kit di Comunicazione Efficace per il tuo Comune

La comunità di Open Data Sicilia è lieta di invitarti alla presentazione del progetto “InformaCOVID – il Kit di Comunicazione Efficace per il tuo Comune“, che si svolgerà online martedì 25 maggio alle ore 17.  Open Data Sicilia ha aderito sin da subito alla campagna #datibenecomune, unendosi alla richiesta di rendere disponibili, aperti, interoperabili (machine readable) e disaggregati tutti i dati comunicati dalle Regioni al Governo dall’inizio della pandemia. Questo perché crediamo fortemente che anche i cittadini delle più piccole comunità abbiano il diritto di conoscere i dati che li riguardano e come essi variano nel tempo e di come varia la diffusione della pandemia nel proprio territorio.  Da queste motivazioni nasce il progetto InformaCOVID, che mette assieme procedure guidate grazie alle quali tutti i comuni potranno avere a costo zero una piattaforma digitale, dinamica e interattiva, che consenta di comunicare […]

“Red zones” in Sicily: a story of civic hacking

Note: this is a translation of an original piece published by Salvatore Fiandaca on the 10th April 2021. / Questa è una traduzione (più o meno letterale) di un articolo pubblicato da Salvatore Fiandaca il 10 aprile 2021. Thanks to Paola Chiara Masuzzo for translating it into English. If you live in Sicily and want to know if your city is currently red, i.e. under specific COVID-19 restrictions (Italy uses a colour coded schema), all you need to do is read 197 pages of PDF files published by the regional government. The official website of Sicily (Regione Siciliana) does not report any list of the cities currently red (which is the highest of the restrictions imposed): this information is trapped within a webpage that collects the so-called ‘ordinanze’ (we will refer to these documents as ‘decrees’ in the rest of […]

Uno sguardo sul Patrimonio Culturale di Palermo

patrimoniodipalermo.netlify.app, la dataviz che riscopre la Città a cura di: – Silvia Spacca | Laurea magistrale in Ingegneria del Cinema. 3D Artist, grafica, fotografa https://twitter.com/silla_abrasax – Leonardo Zanchi | Dopo la laurea magistrale in Computer Science metto i pallini sulle mappe https://twitter.com/lezanviz Zīz, Πάνορμος, Panormus, Balarm, in ogni caso Palermo, una città dai mille volti e dalle molte dominazioni, ognuna delle quali ha lasciato alla popolazione mondiale inestimabili tesori appartenenti a epoche e culture diverse. In considerazione del vasto Patrimonio Culturale della Città, concentrato in gran parte nell’originario centro nevralgico costituito dagli antichi quartieri della Kalsa, l’Albergheria, la Loggia e il Capo, è nata l’idea di realizzare una visualizzazione che permetta di volgere uno sguardo generale a questi Beni, contestualizzandoli all’interno del tessuto urbano. La visualizzazione è consultabile all’indirizzo: https://patrimoniodipalermo.netlify.app/. Tracce della connessione con il territorio possono essere ritrovate nelle […]

Nuove funzioni per il Non-Portale siciliano

Il Non-Portale Open Data della Regione Siciliana si arricchisce di due nuove funzionalità che abbiamo realizzato con Andrea Borruso e Davide Taibi e che vanno nella direzione di aiutare la collettività a fruire al meglio delle informazioni prodotte e gestite dalla Regione Siciliana. La prima è un motore di ricerca personalizzato (realizzato con google cse) che cerca le informazioni all’interno di un catalogo di quasi 200 siti della Regione Siciliana (faticosamente censiti e classificati grazie anche all’aiuto di Joska Arena) e che risulta molto utile per riuscire a districarsi e trovare facilmente le informazioni nello ‘sterminato’ mondo dei siti e portali regionali. Per ogni ricerca, il motore restituisce sia i risultati complessivi, che quelli suddivisi per le singole categorie (es. Ambiente e meteo, Sanità, Cultura, ecc.). Ad esempio, se si cerca la parola “bandi” si avranno sia le informazioni sui […]

Follow me
Libero Professionista at Pigrecoinfinito
Libero Professionista, attualmente è socio GFOSS.it dal 2017, membro di QGIS Italia dal 2015 e di QGIS.org dal 2020, moderatore di vari forum con argomenti GFOSS. Partecipa, nel 2014, alla fondazione di Open Data Sicilia realizzando uno dei primi progetti del gruppo (Balneazione Palermo 2014, Piano regolatore del Comune di Palermo 2015), nel 2016 è tra i relatori del #ODS16 OpenDataSicilia Summer Edition Messina, in cui parla di QGIS.
Salvatore Fiandaca
Follow me

Animiamo gli OpenData

Seguo sempre la ML ODS, ma sono tra quelli che non partecipano attivamente, mi limito a leggere le molteplici email. Qualche giorno fa, precisamente il 17 giu 2016, leggo una email di Ciro Spataro su un dataset pubblicato sul sito del Comune di Palermo, dataset in formato CSV presente nella pagina Open Data del Comune. Il file ha un titolo molto interessante “INCIDENTI STRADALI RILEVATI DAL NUCLEO INFORTUNISTICA DELLA POLIZIA MUNICIPALE NEL TERRITORIO COMUNALE”. Aprendo il file mi accorgo che tra i vari attributi (longitudine, latitudine e  luogo) è presente la data e l’ora degli eventi censiti. La prima cosa che mi viene in mente è di realizzare una mappa (in QGIS) e successivamente di animarla in funzione dei dati temporali. Il file si presenta cosi: In QGIS è possibile animare dei punti (ma in generale qualsiasi tipologia di geometria) […]