#MapMyDay, mappiamo l’accessibilità del nostro territorio

Il prossimo 3 dicembre ci sarà #‎MapMyDay‬, un giornata dedicata alla mappatura delle accessibilità e delle barriere presenti intorno a noi. Ci sembra una gran bella idea e vogliamo contribuire a darne diffusione. Tutti i dati raccolti saranno archiviati su OpenStreetMap e quindi saranno aperti e disponibili per il riuso.

Sul sito dedicato trovate molte informazioni. Se però l’inglese fosse una barriera,  per fortuna Matteo Tempestini (grazie mille) ha fatto una traduzione di alcuni dei testi più importanti, che ha condiviso liberamente e che trovate a seguire.

Giorno 3, unitevi a #‎MapMyDay

_____________________________________________

Come contrassegnare i luoghi con Wheelmap

Indicazioni Utili per l’evento MapMyDay

Diventa parte di “MapMyDay” cosi che ognuno possa muoversi. Perchè muoversi vuol dire libertà. Per le persone in sedia a rotelle, comunque, è una libertà con ostacoli. Condividendo quello che sai a livello locale sull’accessibilità dei luoghi tu puoi cambiare le cose per gli altri. E’ molto semplice:

Cominciamo con le basi di WheelMap

Devi conoscere i criteri di wheelmap per accessibilità delle sedie a rotelle (verde, giallo o rosso): gli utenti di wheelmap usano un sistema a colori di semaforo. Puoi trovare altre informazioni

più sotto nella sezione “Come funziona WheelMap”.

Devi conoscere le funzioni di WheelMap: nelle FAQs http://wheelmap.org/en/faqs tu puoi trovare molte informazioni utili su come editare o aggiungere un luogo, aggiungere foto e molto altro.

Preparativi

Scarica la app WheelMap : ce ne sono versioni disponibili per iPhone, Android e Windows Phone (Windows 10).

Registrati ed effettua il login. Tu puoi iniziare ad aggiungere mark dei luoghi senza login ma se vuoi aggiungere o editare luoghi devi registrarti. Ecco come:

  • Registra un account su https://www.openstreetmap.org/user/new o segui il processo di registrazione della app. Attiva l’account facendo click sul link nella mail di conferma che riceverai da Openstreetmap (OSM).
  • Per fare login in Wheelmap: fai click su Login (nel browser) o sulla icona del profilo sulla app e fai login in WheelMap usando il tuo account OSM (username e password). Ecco fatto!

Batterie cariche? Con una carica completa del tuo smartphone tu puoi mappare tutto il giorno.

Tu e i tuoi amici…condividere è prendersi a cuore

Facebook, Twitter & Co. : Vuoi far sapere ai tuoi amici che tu stai partecipando a “MapMyDay”? Ti raccomandiamo durante “MapMyDay” di postare selfies o tu che mappi su Facebook, posta foto di scalini, o rampe e cosa ne pensi di tutto questo. Usa l’hashtag #mapmyday.

“MapMyDay” worldwide

Vai oltre e scopri cosa sta accadendo in altre parti del mondo durante “MapMyday”. Vai su www.mapmyday.org e lascia il tuo contatto per informazioni . Noi ti terremo informato su “MapMyday”.

Come Funziona WheelMap ?

Contrassegnare i luoghi

  1. Andare sulla mappa online o aprire la app sullo smartphone
  2. Cliccare su un luogo che ha il marker grigio
  3. Scegliere l’appropriato colore per il marker che corrisponde all’accessibilità con sedia a rotelle del luogo e salvare. Fatto!

Come funziona il sistema a marker a “colori del semaforo”?

VERDE: accessibile alla sedia a rotelle.

        Ingresso: senza scalini

        Stanze: tutte le stanze sono accessibili senza scalini

GIALLO: accessibile parzialmente alla sedia a rotelle

        Ingresso: non c’è più di uno scalino con altezza massima di 7 cm

        Stanze: le stanze più importanti sono accessibili senza scalini

ROSSO: non accessibile alla sedia a rotelle

        Ingresso: con scalino più alto di 7 cm

        Stanze: non accessibili se non con scalini

GRIGIO: sconosciuto

        L’accessibilità con sedia a rotelle di questo luogo è ancora sconosciuta e il luogo necessita di essere contrassegnato.

Stato della toilet (valutato indipendentemente dall’accessibilità del luogo)

VERDE: toilet accessibile con sedia a rotelle

Larghezza delle porte almeno di 90cm

Spazio libero interno 150cm x 150cm

Seduta della toilet ad altezza sedia a rotelle

Maniglia pieghevole

Lavandino accessibile

ROSSO: toilet non accessibile con sedia a rotelle

GRIGIO: stato toilet ancora sconosciuto

Spiegazione dei criteri

Porte

Informazioni sulla natura della porta, ad esempio se si tratta di una porta oscillante o se
è difficile da aprire , non è un criterio in Wheelmap. I requisiti di persone con difficoltà motorie variano troppo da essere in grado di stabilire un criterio di valutazione per questo. Dettagli sulla porte possono essere aggiunti come commenti. Una porta dovrebbe essere almeno 70cm di larghezza .

Ingressi Laterali

Anche se un posto ha gradini all’ingresso , ma ha un livello di accesso da un lato ( o posteriore ), il luogo può essere contrassegnato verde (se gli altri criteri sono soddisfatti ) .

ATM

Un bancomat deve essere raggiungibile senza passi e abbastanza basso per essere azionato da una sedia a rotelle.

Stazioni e fermate di trasporto pubblico

Alle fermate degli autobus e stazioni ferroviarie , solo l’accessibilità della sedia a rotelle nella fermata o stazione è rilevante per la valutazione non l’accessibilità del trasporto pubblico
in termini di veicoli. Il servizio locale deve essere consultato per quanto riguarda l’accessibilità dei suoi veicoli pubblici per il trasporto .

Rampe

  • Se un luogo ha una rampa mobile , e questo è facile da vedere , all’ingresso , il luogo può essere contrassegnato in giallo ( se gli altri criteri sono rispettati ) .
  • Se c’è una rampa fissa in un luogo , la posizione può essere marcato verde .

È possibile aggiungere un commento aggiuntivo che descrive la rampa per altri utenti ( ad esempio , se è relativamente ripida ) nella sezione commenti del luogo .

Aggiungere luoghi, editare informazioni, upload di foto

Al fine di aggiungere nuovi luoghi sul sito web o con la applicazione , per modificare le
informazioni sui luoghi , per caricare foto o scrivere commenti su un luogo , è necessario essere registrati come utente a Openstreetmap

Ecco come :
1. Registra un account su OSM
https://www.openstreetmap.org/user/new o
segui il processo di registrazione della vostra applicazione .
Attivare l’account cliccando sul link nella e-mail di conferma che riceverete dal
OpenStreetMap ( OSM ) .
2. Per accedere a Wheelmap : Clicca su ” Login”
( nel browser ) oppure sull’icona profilo (nella applicazione ) e fare log-in su Wheelmap , utilizzando il tuo nome utente e password di OSM .
Fatto!

Le nostre FAQs su http://wheelmap.org/en/faqs/ danno risposte dettagliate ad altre domande come

  • Posso cambiare o editare le informazioni su un luogo?
  • Come aggiungo un nuovo luogo su WheelMap?
  • Come posso fare l’upload di una foto di un luogo?

[traduzione dai documenti

http://mapmyday.org/downloads/mapmyday_checklist_mapper_en.pdf

http://mapmyday.org/downloads/mapmyday_handout_en.pdf

 

Lettera per chiedere l’apertura dei dati di una PA

Nella mia attività di mappatura per OpenStreetMap utilizzo come riferimenti delle orto-foto messe a disposizione da varie agenzie ed aziende. Questo metodo permette di aggiungere facilmente e velocemente molte informazioni semplicemente ricalcando un’immagine.

Per quanto efficace, questa metodologia presenta forti limitazioni quando si tratta di inserire altre informazioni come per esempio nomi di vie, numeri civici o anche solo l’altezza degli edifici.

Queste informazioni spesso sono presenti nelle mappe realizzate dai comuni, ma non sempre questi dati sono resi accessibili ai cittadini e quasi mai comunque distribuiti sotto una licenza che ne consenta il libero utilizzo da parte del cittadino.

Da anni alcuni volontari esperti di vari progetti, come WikiMedia o la stessa OpenStreetMap, inviano richieste alle singole PA perchè questi dati possano essere resi fruibili dai cittadini nel senso pieno del termine; Purtroppo però, la maggior parte dei normali utenti o comuni cittadini, non sapendo bene come fare questa richiesta formale ad una PA, o temendo di commettere errori, lasciano perdere o aspettano che qualcuno con più esperienza di loro nell’interagire con le PA faccia prima o poi questa richiesta.

Consapevole di quanto possa essere difficile per un comune cittadino scrivere una mail così tecnica e  in una forma consona alla comunicazione con un’istituzione e approfittando di una richiesta in corso al comune di Gela (CL), ho deciso di scrivere la seguente lettera, aiutato e guidato dalla comunità OSM, affinché possa essere usata da chiunque per inviare una richiesta di apertura dei dati ad una qualsiasi PA dovendo apportare solo poche e semplici modifiche per adattarsi al soggetto mittente e ricevente della stessa.


Egr. Sig. Sindaco,

mi chiamo Aurelio Cilia e collaboro al progetto della mappa libera OpenStreetMap (OSM), occupandomi della mappatura di varie aree, dell’Italia e del mondo, compreso il territorio del Comune di Gela.

Scrivo per chiedereLe di pubblicare in formato nativo i file usati per produrre le mappe presenti sul sito del Comune di Gela (come quelli del Piano Regolatore Generale), e di rilasciarli in Open Data con licenza “PD”, “CC0”, “IODL 2.0.” oppure “ODbL”, così che possano essere liberamente utilizzati dai cittadini e dal progetto OSM.

Per le Pubbliche Amministrazioni, pubblicare i dati in formato aperto, significa dare concreta attuazione al principio secondo il quale i dati prodotti dalle istituzioni pubbliche nell’espletamento delle loro funzioni appartengono alla collettività e, quindi, devono essere resi disponibili e riutilizzabili. In questo modo viene incrementata la trasparenza degli organismi pubblici, nonché la partecipazione e la collaborazione tra pubblico e privato traendone entrambi enormi vantaggi; così come le imprese che, riutilizzandoli, avrebbero un’occasione di sviluppo, favorendo quindi la crescita economica e la creazione di posti di lavoro nel territorio.

La presenza di una mappa libera in molte situazioni si è già dimostrata determinante e di grande aiuto per la PA; infatti la mappa OSM in passato ha permesso di lavorare alle previsioni di rischio ed aiutare ad esempio la protezione civile nell’ organizzazione e gestione degli interventi di soccorso prima durante e dopo alcune calamità naturali. Senza considerare i benefici per tutti derivanti dall’utilizzo di mappe libere per la gestione, la lettura e la comprensione del territorio.

I vantaggi nel rendere i propri dati di pubblica fruizione e rilasciati con licenze open sono talmente evidenti, numerosi ed importanti (vedi lista in fondo) che negli ultimi anni l’apertura e la condivisione di tali dati da parte delle PA è diventato un indice di buona amministrazione ed una pratica imposta come default per tutti i dati in possesso della PA non coperti esplicitamente da licenze o copyright (art. 9 del Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221).

Visti gli innumerevoli vantaggi, i costi nulli per la PA e soprattutto l’inestimabile valore etico e culturale che una tale scelta di apertura e condivisione dimostra, chiedo di rendere pubblici i Vostri dati cartografici affinché possano essere liberamente utilizzati dentro il progetto OSM e dai cittadini.

Certo di un positivo riscontro e in attesa di una Sua risposta in merito, Le porgo i miei più cordiali saluti.  

Aurelio Cilia

____________________________________________
– OPEN DATA FOR ECONOMIC GROWTH. (2014). at <http://www.worldbank.org/content/dam/Worldbank/document/Open-Data-for-Economic-Growth.pdf>
– Open data: Unlocking innovation and performance with liquid information. (2013). at <http://www.mckinsey.com/insights/business_technology/open_data_unlocking_innovation_and_performance_with_liquid_information>


 

La Regione Siciliana autorizza il ricalco in OpenStreetMap sulle ortofoto di sua proprietà

Questo post non avrebbe bisogno di un testo o di un commento. E’ in fondo una comunicazione di servizio.

Le cose avvengono grazie al tempo che spendiamo per queste, alla crescita personale, all’evoluzione del contesto, agli incontri fatti, alla qualità delle persone. E questo è un anno che non dimenticherò.

Ringrazio l’Ing. Salvatore Cirone (dirigente dell'”Area 2 Interdipartimentale Sistemi Informativi Geografici, Infrastruttura Dati Territoriali Regionali e Cartografia”) e l’Ing. Agostino Cirasa (funzionario presso gli stessi uffici) per il dialogo di queste settimane e per l’immediata disponibilità all’autorizzazione, e Simone Cortesi che mi ha insegnato a passare la cera. 2014-09-15_14h50_47.png I servizi WMS da sfruttare per il ricalco, e i relativi metadati, dovrebbero essere quelle elencati qui: http://goo.gl/Hefwor

Qui invece la copia della lettera di autorizzazione. Tutto questo si innesta in un percorso iniziato proprio con OpenStreetMap qualche anno fa, e che sarà probabilmente soltanto una delle tappe previste in termini di apertura dei dati geografici da parte della Regione Siciliana.