La pragmaticità in scena a #oddit15

All’ultimo pranzo di Open Data Sicilia e durante i giorni che hanno preceduto questa edizione 2015 dell’ Open Data Day avevamo ribadito un concetto: a partire dalla idee in seno a questa comunità, produciamo qualcosa di utile e concreto per tutti.

Così è nato l’ OddIt15 in Sicilia.

Con due postazioni fisiche a Palermo e Catania accessibili a chiunque e in connessione remota, si è creato un unico gruppo operativo che tra una chat aperta, un vassoio di dolci e una videochiamata ha lavorato rispettivamente su questi output:

  • Scheda di Monitoraggio per le attività opendata dei comuni siciliani
    Partendo dal concetto di “monitoraggio” delle attività opendata contenuto nell’Open Data Census di OKFN, abbiamo redatto una scheda la cui compilazione favorisce una più ampia comprensione e analisi del fenomeno opendata nel comune che si è scelto di analizzare. L’obiettivo è consentire a chiunque di poter monitorare la propria amministrazione uniformando le valutazioni.
    Una prima versione della scheda si trova qui. E’ sicuramente perfettibile e continueremo a lavorarci, ma ci sembra un buon inizio e speriamo che anche altre comunità possano utilizzarla e migliorarla.
  • Trascrizione e sottotitolazione del videoWhat can open data do for you?”
    Questo video, molto breve e incisivo, contiene concetti importanti che possono facilmente trasferire i valori principali dei dati aperti a coloro che approcciano per la prima volta questo tema. Il video originale dell’Open data Institute è in inglese. Andrea Borruso e Davide Taibi lo hanno trascritto e tradotto in italiano. Trovate tutti i dettagli in questo post di approndimento
  • Mappa sul Piano Regolatore Generale del Comune di Palermo
    Di recente il Comune di Palermo ha pubblicato in opendata il PRG.
    Il dataset non propone un file di codifica delle Zone Territoriali Omogenee (che vengono banalmente elencate con una sigla ma senza alcuna didascalia esplicativa). Vogliamo arricchire il dato con questa ulteriore informazione per renderlo più accessibile e ci lavoreremo su. Nel frattempo, il buon Andrea Borruso ha abbozzato una mappa  che ci permette di leggere subito la zonizzazione. Work in progress, ma dice già tanto così.
  • Valutazione conformità alle norme di trasparenza sul Comune di Messina
    Il gruppo “Trasparenza siti web Pubblica Amministrazione” ha iniziato il 21, in collaborazione con noi, una analisi del sito web del Comune di Messina, per valutarne il grado di conformità alle norme sulla Trasparenza.
    E’ stato creato un documento condiviso per attivare un processo partecipato. Contiene le indicazioni su come partecipare ai lavori, e farà da archivio delle evidenze raccolte.
    I lavori sono attualmente in corso e i risultati verranno inviati al Comune di Messina, al fine di stimolare un adeguamento del loro sito a quanto previsto dalle normative.
    Sarà anche l’occasione per testare un metodo di lavoro; se verrà valutato di una certa utilità, potrà infatti essere replicato da qualsiasi altro Comune.

Ci riteniamo soddisfatti, il format “operativo” ha dato i suoi frutti e contiamo di riproporlo in futuro. Sarebbe bello che una giornata così possa ripetersi una volta al mese, chissà quante cose interessanti salterebbero fuori.

La rete è stata fondamentale per arrivare preparati all’evento sia in termini di programmazione delle attività che di logistica. Ma il bello è stato lavorare insieme allo stesso tavolo.

opendatasicilia_oddit15

L’Open Data Day 2015 in Sicilia: le attività in programma – #oddit15

In occasione dell’Open Data Day  del prossimo 21 Febbraio, la comunità di Open Data Sicilia ha pensato di contribuire alla  diffusione della cultura degli opendata proponendo un cartello di attività da avviare e approfondire durante la giornata.

Il modus operandi che ci legherà sarà quello della condivisione e della connessione a distanza. Per abbattere le distanze geografiche si lavorerà anche in collegamento remoto.  L’obiettivo che ci poniamo è “produrre”, ma accoglieremo con grande piacere chiunque vorrà contribuire alla causa.  La comunità è “open” non a caso.

Per arrivare preparati all’evento, abbiamo ipotizzato le seguenti attività da cui partire, ma ulteriori input arricchiranno ulteriormente la nostra scaletta:

  • Definizione di una scheda analitica per il monitoraggio delle attività opendata dei comuni siciliani
  • Avvio del lavoro di valutazione del sito web del Comune di Messina in termini di trasparenza. Questa iniziativa è promossa in maniera congiunta con il gruppo Trasparenza Siti Web Pubblica Amministrazione .
  • Creazione dei sottotitoli in italiano del videoWhat can open data do for you?” dell’Open Data Institute
  • Predisposizione per la pubblicazione online del dataset del Piano Regolatore Generale vigente del Comune di Palermo.

Ci saranno due luoghi fisici a disposizione per riunirsi la mattina, il primo presso il Consorzio Arca a Palermo, il secondo presso Bench spin-off dell’università di Catania presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali”.

Contemporaneamente presso il Dipartimento di Matematica ed Informatica dell’Università di Catania, si terrà il la prima edizione del Workshop “Open Knoweldge – Open Arts” riguardante l’utilizzo di tecnologie Open per la produzione, promozione e fruizione del patrimonio artistico e culturale.

Chiunque può decidere di partecipare, proporsi e dare il proprio contributo. Basta fare un fischio in mailing list, sul gruppo facebook o su twitter.