Richiesta apertura dati Assemblea Regionale Siciliana: una lettera aperta

NdR: oggi abbiamo inviato al presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Onorevole Micciché e al dott. Ingrao (responsabile dei servizi informatici dell’ARS) l’email di sotto.

—————-

Egregi Presidente Onorevole Micciché e dott. Ingrao,
vi scriviamo a nome della comunità “Open Data Sicilia“, iniziativa civica che si propone di far conoscere e diffondere la cultura dell’open government e le prassi dell’open data nel nostro territorio al fine di aprire una discussione pubblica partecipata.

In occasione della settimana dell’amministrazione aperta, attualmente in corso e durante la quale si concentrano su tutto il territorio nazionale iniziative per promuovere l’amministrazione aperta, vi scriviamo in merito al recente aggiornamento del sito Web istituzionale dell’Assemblea Regionale Siciliana.
Il nuovo portale istituzionale dell’ARS si presenta adesso molto più flessibile in termini di adeguatezza e fruibilità e, allo stesso tempo, nell’ottica di migliorare alcuni aspetti del sito,™ vorremmo suggerirvi l’implementazione di alcune funzionalità che potrebbero aumentare di molto il livello di attrattività del sito stesso.

Il suggerimento più importante che vorremmo darvi è di pubblicare i dati dell’attività politica dell’Assemblea Regionale Siciliana in opendata, così come da anni avviene al Senato della Repubblica.
In un settore chiave come quello legislativo, i dati aperti costituiscono uno strumento essenziale ed estremamente importante, abilitante per tutte quelle iniziative relative al monitoraggio, alla trasparenza, alla partecipazione civica e all’ open-governmentin generale.

Lo scorso 9 e 10 novembre 2018, la comunità ha organizzato il raduno Open Data Sicilia 2018 a Palazzo dei Normanni, presentando il progetto OpenARS, una piattaforma per la pubblicazione dei dati ARS in modalità “Linked-Data“, il livello più alto di fruibilità secondo il modello di Tim Berners-Lee. In quell’occasione abbiamo mostrato l’alto livello di flessibilità raggiunto dalle potenzialità del Web semantico applicato ai dati ARS; abbiamo sviluppato una ontologia per modellare il dominio di riferimento dei dati ARS partendo proprio dai dati estratti dal sito vecchio; abbiamo organizzato un hackathon sui dati ARS, enfatizzando il concetto di riuso, tipico degli opendata, in contesti diversi da quello originale (per maggiori informazioni programma, slide e video sono scaricabili nel sito di riferimento sopraindicato).
Con un obiettivo principale: mostrare come tutto questo consenta di fare diventare più “quotidiane” e più “leggibili” le attività parlamentari.
Anche se esistono dei riferimenti normativi che prevedono che gli enti dello Stato sono tenuti a pubblicare i dati in opendata, vorremmo suggerirvi di pubblicare i dati in formato aperto come scelta di governo, perché ciò rende l’amministrazione veramente trasparente attraverso la diffusione delle informazioni relative al suo funzionamento; migliora la qualità della vita dei cittadini attraverso la creazione di servizi sempre più aderenti alle esigenze degli utenti; diventa volano di sviluppo economico attraverso il riuso dei dati in maniera creativa, ad esempio attraverso lo sviluppo di app data-driven.

Sebbene sul sito del progetto OpenARS siano presenti ontologia, endpoint SPARQL ed esempi pronti all’uso, se pensate che il progetto possa essere preso come spunto anche solo per iniziare a costruire un percorso di apertura dei dati dell’ARS, ci teniamo a farvi sapere che la comunità Open Data Sicilia è disponibile a qualsiasi forma di confrontocollaborazione, scambio di idee, così come già avvenuto nei mesi precedenti l’organizzazione del raduno presso i locali ARS.
Per farvi un esempio, un primissimo passo facilmente perseguibile potrebbe essere la pubblicazione, in un’area dedicata del sito istituzionale, di file CSV relativi ai dati dell’attività parlamentare con licenza aperta. In un’ottica democratica dei rapporti tra cittadino e pubblica amministrazione, una maggiore trasparenza offrirebbe la possibilità di un controllo minuzioso dell’attività amministrativa trasformando la pubblica amministrazione in quella “casa di vetro” tanto agognata dagli ideali dell’Open Government.

Fiduciosi in una vostra risposta cogliamo l’occasione per porgervi cordiali saluti.

Alla scoperta di OpenARS – i Linked Data dell’Assemblea Regionale Siciliana

Come già anticipato nel precedente post, al raduno Open Data Sicilia 2018 verrà presentato il progetto OpenARS – i linked datadell’Assemblea Regionale Siciliana. Il progetto OpenARS ha l’obiettivo di pubblicare il patrimonio informativo dell’ARS in un modo completamente nuovo, abbracciando il mondo dei Linked Data, sfruttando le potenzialità del Web Semantico, consentendo la fruizione dei dati dell’ARS in modo flessibile e dinamico.

Vediamo adesso qualche dettaglio in più sul progetto.

Come primo passo sono stati estratti i dati dell’ARS dal sito istituzionale www.ars.sicilia.it attraverso appositi programmi, chiamati scraper, in grado di “grattare il testo dalle pagine Web e di salvare il contenuto in maniera strutturata, cioè individuando per ogni dato estratto la tipologia di appartenenza. Attraverso questi tool sono state estratte informazioni relative a tutte le legislature su deputati, assessori, incarichi e gruppi parlamentari mentre è stata estratta, invece, tutta l’attività parlamentare della 16° legislatura relativa ai disegni di legge, alle risoluzioni, alle interpellanze, alle interrogazioni, agli ordini del giorno, agli iter legislativi e alle sedute.

Applicare i principi Linked Data vuol dire passare da un Web di documenti a un Web di dati. Nel Web semantico non ci sono più documenti ma dati o risorse. Ogni dato è indipendente, collegato agli altri dati e definito formalmente da un’ontologia.
Per i dati ARS è stata sviluppata infatti un’apposita ontologia, chiamata OpenARS, in grado di descrivere in modo formale, sfruttando le potenzialità del Web semantico, le diverse tipologie di dati dell’Assemblea Regionale Siciliana e le interconnessioni che intercorrono tra gli stessi.

L’ontologia ha consentito di dare ad ogni risorsa un significato e di trasformare i dati dell’ARS in un enorme grafo direttamente interrogabile, esplorabile, riutilizzabile in altri contesti, in modo da arricchire il valore dei dati presenti sul sito ARS, abilitare e facilitare l’analisi dati, creare nuova conoscenza dai dati.

Questo è stato reso possibile applicando i principi dei Linked Data che prevedono la definizione univoca di ogni risorsa sul Web, la descrizione di ciascuna risorsa e l’interconnessione delle risorse con altri dataset, apportando così un importante contributo al progetto  LOD – Linked Open Data.

Con OpenARS sono state raggiunte le “5 stelle” di Tim Berners-Lee, cioè il livello più alto nella classificazione degli Open Data in termini di apertura e fruibilità.

 

Nei prossimi post vedremo più nel concreto cosa sono i LOD e come interrogare direttamente  i dati di OpenARS, esploreremo il grafo dei dati per capire come sia possibile iniziare a sviluppare applicazioni, report, ricerche, monitoraggi e statistiche.

Non dimenticatevi di iscrivervi al raduno Open Data Sicilia 2018. L’ingresso è gratuito ma i posti sono limitati.

OpenARS – i Linked Data dell’Assemblea Regionale Siciliana

All’interno del raduno di Open Data Sicilia 2018, che si terrà a Palermo giorno 9-10 novembre, verrà presentato ufficialmente il progetto OpenARS – i Linked Data dell’ARS – ed è per noi motivo di orgoglio presentare il progetto proprio nella sede istituzionale in cui l’attività legislativa del Parlamento siciliano produce questi dati.

Il progetto OpenARS ha l’obiettivo di pubblicare il patrimonio informativo dell’Assemblea Regionale Siciliana in un modo completamente nuovo. Il progetto abbraccia il mondo dei Linked Data e, sfruttando le potenzialità del Web Semantico, consente la fruizione dei dati dell’ARS in modo flessibile e dinamico.

I dati aperti sono lo strumento abilitante per eccellenza per tutte quelle iniziative relative al monitoraggio, alla trasparenza, alla partecipazione civica e all’ open-government in generale.

Con OpenARS raggiungiamo il livello più alto nella classificazione degli Open Data in termini di apertura e fruibilità e mostreremo perché gli open data sono così importanti, soprattutto in un settore chiave come quello legislativo.

Volete sapere il trend delle quote rosa nell’ARS in tutte le legislature? Confrontarlo con quello nazionale? Volete sapere il numero dei disegni di legge di una particolare legislatura relativi ad una particole materia? Volete sapere solo i ddl presentati dai deputati eletti in un particolare collegio? Volete conoscere l’iter parlamentare di un particolare disegno di legge?

Grazie ad OpenARS tutto ciò è possibile.

E allora che aspetti? Prenota subito un posto (numero limitati) al raduno Open Data Sicilia 2018. Il primo giorno verrà presentato il progetto, come è stato ideato e come è stato sviluppato. Verranno mostrati diversi casi d’uso e applicazioni funzionanti che fanno uso dei dati linked dell’ARS e ne mostrano tutto il potenziale grazie alla loro fruibilità aperta e standard.

Il secondo giorno ci sporcheremo le mani insieme, infatti saranno allestiti dei tavoli di lavoro in cui verranno organizzati dei workshop per le seguenti attività:

  • migliorare la qualità dei dati esistenti in OpenARS;
  • sviluppare applicazioni con i dati linked;
  • scrivere articoli giornalistici a partire dai dati dell’Assemblea;
  • creare visualizzazioni, mashup, dashboard dei dati di OpenARS

Se sei studente, ricercatore, giornalista, azienda o semplice appassionato di opendata, di trasparenza, di monitoraggio e di open-government in generale, che aspetti?
Corri
a prenotare un posto al raduno Open Data Sicilia 2018.