ANAC e Indice PA: i dati sugli enti non tornano?

Mi trovavo a valutare l’utilità della piattaforma Public Contracts messa in piedi dal “Nexa Center for Internet & Society”. Si tratta di un servizio che traduce in Linked Open Data i dati esposti dalle pubbliche amministrazioni italiane secondo quanto prescritto dalla Legge 190/2012, che disciplina, tra l’altro, gli obblighi di trasparenza, pubblicità e diffusione delle informazioni riguardanti i bandi di gara ed i contratti pubblici. In particolare rende possibile la ricerca per stazione appaltante e per aggiudicatario.

I “dati esposti” a cui si fa riferimento, nonché fonte dei dati, sono quelli contenuti nei file xml pubblicati dalle amministrazioni e il cui URL è stato comunicato all’ANAC (Autorità Nazionale anticorruzione), come previsto dalla Legge 190/2012 all’art. 1 comma 32, e da quest’ultima reso pubblico in una tabella disponibile sul sito del Registro ANAC

Una constatazione e una domanda

Interrogando la piattaforma “Nexa Center”, digitando il nome di alcuni enti locali di mio specifico interesse, ne riscontro l’assenza. Di conseguenza ne deduco risultino assenti anche le informazioni sugli aggiudicatari dei relativi bandi e contratti. Verifico quindi che tale assenza sia riscontrabile anche alla fonte nel Registro ANAC. Da ciò mi sorge spontanea una domanda. Quanti e quali amministrazioni risultano inadempienti circa gli obblighi di comunicazione imposti in particolare dall’art. 1 comma 32 della Legge 190/2012?

Analisi

Nelle FAQ della piattaforma “Nexa Center” si legge che “al 21/05/2015, circa il 30% dei link di file xml presenti sul portale Open Data dell’ANAC sono errati o non restituiscono file validi, e circa 5000 PA sono completamente assenti sul portale Open Data ANAC”.

Chiedendomi quindi quale sia il termine di paragone che permetta di definire il numero di PA completamente assenti dal portale ANAC ipotizzo possa essere l’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) i cui dati aperti vengono rilasciati online (in applicazione dell’art. 50 comma 1 del D.Lgs. 82/2005). Tale ipotesi mi viene confermata dal “Nexa Center” a mia specifica richiesta via e-mail. Mi prefiggo quindi di estrarre l’elenco esatto delle amministrazioni inadempienti circa la comunicazione ad ANAC. Esporto quindi il “Registro comunicazioni anno 2015 Art.1 comma 32 L.190/2012” e le “Amministrazioni” dal sito IPA. Per comparare le due banche dati considero le colonne dati presenti in entrambe: Codice Fiscale e Ragione Sociale.

Un grafico e una tabella di sintesi

Stato degli Enti Numero*
Presenti su ANAC 17961
Presenti su ANAC e in regola 8800
Presenti su ANAC ma non in regola 9159
Presenti su ANAC con stato da definire 2
Presenti su ANAC ma assenti su IPA circa 2250
Presenti su IPA 22624
Presenti su IPA ma assenti su ANAC circa 6890

* Data rilevazione 20/07/2015

Alcuni chiarimenti sulla tabella:

  • Enti presenti sul registro ANAC ed in regola: Sono gli enti che hanno comunicato l’URL della risorsa in formato xml, acquisita da ANAC, ed il cui contenuto rispetta sintatticamente le specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati;
  • Enti presenti sul registro ANAC ma non in regola: Sono gli enti che hanno comunicato l’URL della risorsa in formato xml ma una o più risorse non sono risultate disponibili o verificabili per non conformità sintattica alle specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati;
  • Enti presenti sul registro ANAC con stato da definire: l’accesso automatizzato alla risorsa da parte di ANAC non è stato ancora eseguito;

I dati relativi agli “Enti presenti su IPA ma assenti su ANAC” ed agli “Enti presenti su ANAC ma assenti in IPA” non sono puntuali in quanto le due banche dati non sono attualmente del tutto comparabili in virtù di errori nei codici fiscali, nelle denominazioni e comunque a causa di una differente formattazione nei contenuti dei rispettivi campi. Sarebbe quindi ulteriormente necessaria un’armonizzazione dei dati tra le due banche dati.

I risultati della ricerca

  • Il 51% degli enti presenti nel Registro ANAC nonostante abbiano comunicato l’URL del file xml non risultano aver rispettato le specifiche tecniche di pubblicazione definite dall’ANAC stessa.
  • Il numero e l’elenco esatto relativo agli enti inadempienti con riferimento alla comunicazione ad ANAC dell’URL di pubblicazione del file xml non è ottenibile semplicemente dalla differenza matematica tra i totali degli enti presenti nelle banche dati IPA  ed ANAC in virtù della presenza di enti in ANAC non elencati in IPA (circa il 12,5%) e di enti in IPA non elencati in ANAC (circa il 30%).
  • I dati incerti della presente analisi derivano dalla mancanza di univoca determinazione delle amministrazioni in entrambe le banche dati tramite un comune indicatore.
  • Le banche dati risultano incomplete tra loro non facilmente comparabili
  • Un servizio di Linked Open Data molto interessante in ottica di maggiore consapevolezza su gare e contratti ma limitato dalla precedente conclusione.

Ho riassunto la ricerca in queste slide

 

Legenda e acronimi

Acronimi
ANAC: Autorità Nazionale anticorruzione
IPA: Indice delle Pubbliche Amministrazioni

Fonti
http://dati.anticorruzione.it/L190.html
http://public-contracts.nexacenter.org
https://github.com/nexacenter/public-contracts/blob/master/FAQ.md
http://www.indicepa.gov.it/documentale/n-opendata.php