Italia 2019 | Earthquakes today | Mappe e grafici dinamici

Giovan Battista Vitrano

Dipendente del Comune di Palermo impegnato nell'Area tecnica della riqualificazione urbana e delle infrastrutture, specializzato in cose&robe e free&mancia

Civic hacker nel tempo libero e attivista di cose&robe... Se siamo in tanti a fare cose sul territorio sono sicuro che ci viene bene… c’è chi fa più robe, c’è chi fa più cose, ma se queste cose e queste robe li mettiamo al servizio del Paese, avremo tanti territori pieni di cose e di robe che funzionano e la gente ne ha bisogno, ma attenzione a con confondere le cose con le robe, altrimenti si impazzisce!

Latest posts by Giovan Battista Vitrano (see all)

    Mappe e grafici dinamici: #uMap 2019FlourishTableau
    Fonte dati:
    IGNV – Centro Nazionale TerremotiLista Terremoti

    La raccolta dei dati

    Dopo il terremoto del 26 Dicembre 2018 a Catania mi è venuto in mente di realizzare una Mappa per monitorare gli eventi sismici giornalieri/mensili [earthquakes today] in Italia durante il 2019, in rete ho trovato molte mappe sia statiche che dinamiche, tutte ben fatte, come ad esempio la mappa dell’INGV sui terremoti del 2018ma poco user friendly dal mio punto di vista. Mi sono chiesto…perchè non provare a realizzare una mappa dinamica di facile utilizzo, (riutilizzando i dati resi disponibili da IGNV – Centro Nazionale Terremoti) dove è  semplice estrarre informazioni sugli eventi ad un determita ora/giorno/mese, luogo o magnitudo anche per i non addetti ai lavori…?

    Con l’aiuto di Andrea Borruso e studiando la documentazione dell’INGV CNT FDSNWS event Web Service Documentation come descritto in questo breve post e usando semplicemnte Google Sheets abbiamo ottenuto i datset mensili degli eventi del 2019.

    Anche se il file csv ottenuto dalla query:

    http://webservices.ingv.it/fdsnws/event/1/query?starttime=2019-01-01T00%3A00%3A00&endtime=2019-01-31T23%3A59%3A59&minmag=-1&maxmag=10&mindepth=-10&maxdepth=1000&minlat=35&maxlat=49&minlon=5&maxlon=20&minversion=100&orderby=time-asc&format=text&limit=10000

    (esempio di query per gennaio 2019) è un csv anomalo, in quanto il separatore non è la classica virgola [,] ma il pipe [|] con un barbatrucco siamo stati in grado di far caricare velocemente ed automaticamente i dati a Google Sheets.

    IMPORTDATA(“url”) senza barbatrucco

    IMPORTDATA(“url”) con barbatrucco, per maggiori dettagli vi invito a leggere questo post su tansignari.

    Infine utilizzando QGIS e  i confini delle unità amministrative a fini statistici al 1 gennaio 2019 dell’ISTAT sono stati aggiunti le regioni e le province al dataset dell’INGV.

    Le mappe dinamiche

    Ricavati i dataset, quale applicazione/i usare per rappresentare i dati in modo semplice, veloce e dimanico i dati?

    Ci sono molte applicazioni in grado di realizzare mappe e viz dimanici funzionali e gradevoli, in questo caso abbiamo scelto flourish.studio per ottenere mappe e grafici a scorrimento tempoarele e public.tableau.com per realizzare viz interrogabili.


    Flourish

    Con Flourish sono state realizzate singolarmete le mappe e grafici a scorrimento temporale e poi assemblate in unica presentazione.

    La mappa della prima slide mostra gli eventi in sequenza temporale durante i mesi dell’anno, per ottere le informazioni sull’evento basta bloccare l’animazione e cliccare sull’evento o sulla legenda in alto a sinistra.

    Visualizza la story realizzata con flourish.studio


    Tableau

    Usando lo stesso dataset con Tableau abbiamo ottenuto una rapprensetazione diversa, non più basata sullo scorrimento temporale, (meno effetto wow) ma  più semplice da interrogare, usando i potenti filtri  di Tableau  possiamo estrarre velocemente tutte le info su uno o più eventi sismici.

    Apri il Viz Italia Earthquake | 2019 realizzato con Tableau


    Conclusioni

    Sicuramente le mappe ed i viz da me realizzati non sono un’analisi sugli eventi sismici avventuti in Italia nel 2019, ma sono un semplice esercizio per raccontare i dati in modo semplice anche per i non addetti ai lavori…e non è detto che sia corretto 🙂


    Ringrazziamenti


    Licenza: I dati e i risultati pubblicati nelle mappe sono distribuiti dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia sotto licenza Creative Commons Attribution 4.0 International License. Il Gruppo di Lavoro ISIDe presso Centro Nazionale Terremoti ha beneficiato del contributo finanziario della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Protezione Civile.

    Published by

    Giovan Battista Vitrano

    Dipendente del Comune di Palermo impegnato nell'Area tecnica della riqualificazione urbana e delle infrastrutture, specializzato in cose&robe e free&mancia Civic hacker nel tempo libero e attivista di cose&robe... Se siamo in tanti a fare cose sul territorio sono sicuro che ci viene bene… c’è chi fa più robe, c’è chi fa più cose, ma se queste cose e queste robe li mettiamo al servizio del Paese, avremo tanti territori pieni di cose e di robe che funzionano e la gente ne ha bisogno, ma attenzione a con confondere le cose con le robe, altrimenti si impazzisce!