Inizia il corso di “Tecniche per la gestione degli Open Data” all’Università di Palermo

Share on Facebook16Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn10Share on Google+0Email this to someone

Davide Taibi

Davide Taibi è ricercatore presso l'Istituto per le Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche. I principali temi di ricerca riguardano: la creazione e la condivisione delle risorse educative aperte, il Mobile Learning e più recentemente, il Web Semantico e le applicazioni del Linked Open Data.

L’anno accademico 2016/2017 propone una novità molto interessante per la formazione sugli Open Data: l’Università degli studi di Palermo ha ampliato l’offerta formativa del Corso di studi in Informatica, includendo l’insegnamento di “Tecniche per la gestione degli Open Data”, tra gli insegnamenti a scelta per gli studenti del terzo anno. Si tratta di un importante segnale per le opportunità di formazione universitaria focalizzata sui dati aperti.

Va evidenziato che l’attivazione degli insegnamenti a scelta è subordinata ad un numero minimo di studenti che effettuano la scelta, e nel caso dell’insegnamento di “Tecniche per la gestione degli Open Data” il numero minimo è stato ampiamente superato. Ciò conferma l’interesse che la tematica dei dati aperti suscita tra gli studenti. Pertanto, accompagnato da molto entusiasmo e curiosità il corso ha avuto inizio lo scorso 8 marzo, con l’avvio del secondo semestre.

L’insegnamento si propone di affrontare tematiche quali: le sorgenti di dati aperti e le esperienze più significative basate sui dati aperti a livello locale, nazionale ed europeo; la pubblicazione dei dati con un livello di classificazione superiore alle tre stelle, includendo elementi di web semantico, ontologie, e Linked Data; infine, particolare attenzione viene posta alle tecniche per l’accesso, l’estrazione e l’elaborazione delle informazioni sul Web. Saranno anche oggetto di studio, gli aspetti legati alle licenze di utilizzo dei dati, alle normative e linee guida attualmente in vigore riguardanti gli Open Data.

Il corso propone tra i suoi obiettivi:

  • La formazione specializzante per gli studenti al fine di soddisfare le richieste sempre crescenti degli operatori del settore.
  • L’utilizzo di strumenti specifici in modo da ampliare le competenze degli studenti.
  • La promozione della cultura del dato.

Infine verranno presentate storie di successo e iniziative che promuovono il riuso dei dati, al fine di stimolare l’idea di fare impresa con i dati aperti.

La prova d’esame prevista è la realizzazione di un progetto che vede nel riuso dei dati aperti il suo principale obiettivo. Le tematiche suggerite per i progetti prenderanno forma dal dialogo con pubbliche amministrazioni e aziende che operano nel settore dei dati aperti.

Ovviamente la comunità opendatasicilia ha maturato in questi anni una notevole esperienza in grado di offrire numerosi spunti e idee che saranno di supporto agli studenti per applicare le tecniche trattate durante il corso in contesti di utilizzo reali.

Share on Facebook16Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn10Share on Google+0Email this to someone

Published by

Davide Taibi

Davide Taibi è ricercatore presso l’Istituto per le Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche. I principali temi di ricerca riguardano: la creazione e la condivisione delle risorse educative aperte, il Mobile Learning e più recentemente, il Web Semantico e le applicazioni del Linked Open Data.

  • sono sicuro che il progetto finale del corso rappresenterà qualcosa di utile da utilizzare per una Pubblica Amministrazione