Sensibilizzazione sul software open source Libre Office per le Pubbliche Amministrazioni siciliane

I'm also on

Ciro Spataro

technician at Comune di Palermo
- dipendente del Comune di Palermo impegnato nell'innovazione di processo/servizio, nell'attuazione e monitoraggio della politica open data comunale
- civic hacker nel tempo libero
- umap.openstreetmap.fr/it/user/cirospat
- it.linkedin.com/in/cirospataro
- petrusino.opendatasicilia.it
I'm also on

Latest posts by Ciro Spataro (see all)

    libre office

    Il 12 maggio 2015 alla Real Fonderia di Palermo si è tenuto un evento di sensibilizzazione su Libre Office rivolto ai dipendenti della Pubblica Amministrazione siciliana, un evento con il patrocinio gratuito del Comune di Palermo:
    http://comunepalermo.28710.x6.nabble.com/Comune-di-Palermo-Formazione-dipendenti-su-software-open-source-Lapiana-quot-Importante-opportunita–td5147.html

    I membri di Libre Italia hanno illustrato in 3 presentazioni le caratteristiche del software open source Libre Office, la suite di lavoro che contiene gli analoghi gratuiti di excel, word, powerpoint, access.
    Relatori:   Flavia Marzano – Presidente Stati Generali dell’Innovazione (via skype)
    Italo Vignoli – Consigliere e Presidente Onorario di LibreItalia – The Document Foundation
    Marina Latini – Vice Presidente Associazione LibreItalia

    Un accenno iniziale ad: Art. 52 (Accesso telematico e riutilizzo dei dati delle pubbliche amministrazioni),  e Art. 68 (Analisi comparativa delle soluzioni) del Cad (Codice Amministrazione Digitale).

    La cosa che credo sia più importante sapere è che la suite di Libre Office produce formati aperti standard non proprietari, quindi apribili e leggibili da qualsiasi software, interoperabile con altri software per la produttività dell’ufficio.
    E’ stato illustrato, ad esempio,  il codice di programmazione che sta dietro un writer (analogo di word), praticamente il codice è semplice e comprensibile da soggetti senza competenze digitali o di programmazione, ed è stato paragonato a quello che sta dietro Word di Office Microsoft, che è complesso senza nessuna giustificazione tecnica (si “presume” che le software house proprietarie di marchi e brevetti tendano a far diventare il cliente dipendente dal loro prodotto creando, appunto, un codice di programmazione esclusivo).

    I dipendenti pubblici, per la maggior parte del comune di Palermo, si sono sentiti stimolati e attenti interagendo molto con i relatori con domande specifiche. Alla fine dell’evento informativo/formativo molti di loro manifestavano la volontà di fruire del software Libre Office sul loro pc, che tra l’altro è anche utilizzabile attraverso chiavetta usb senza la necessità di installazione in locale nel pc.

    L’Assessore all’Innovazione Tecnologica, Comunicazione, Sport e Ambiente del comune di Palermo, ing. Cesare Lapiana, ha dimostrato un alto livello di sensibilità per l’uso del software open source nella pubblica amministrazione in tutte quelle situazioni in cui è possibile utilizzarlo salvaguardando l’efficienza produttiva degli uffici.

    E’ stato un evento che ha fatto maturare ai presenti esperienza sui formati aperti standard non proprietari. Ciò si sposa, tra l’altro, benissimo con il lavoro di chi deve fare open data dentro una PA.

    Libre Italia ha dichiarato che renderà disponibili a breve le presentazioni della giornata sul portale del Libre Office Road Show italiano  http://press.studiostorti.com/libreoffice-roadshow-eventi/

    Published by

    Ciro Spataro

    - dipendente del Comune di Palermo impegnato nell'innovazione di processo/servizio, nell'attuazione e monitoraggio della politica open data comunale - civic hacker nel tempo libero - umap.openstreetmap.fr/it/user/cirospat - it.linkedin.com/in/cirospataro - petrusino.opendatasicilia.it