Il Piano Regolatore di Palermo in #opendata

Andrea Borruso

Geomatico, mi occupo di rilevamento e trattamento informatico di dati relativi alla Terra e all’ambiente, ho una società che costruisce sensori per droni (Panoptes srl) e sono uno degli autori delle linee guida Open Data del Comune di Palermo. Di notte faccio il civic hacker
Share on Facebook135Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn5Share on Google+3Email this to someone

Il Comune di Palermo ha pubblicato da poco nel suo portale Open Data due dataset di indubbio interesse:

  1. la “Perimetrazione Zonizzazione P.R.G. vigente
  2. i “Vincoli vigenti della variante generale al P.R.G.

Il 21 febbraio 2015, in occasione del “nostroOpen Data Day, ho lavorato insieme a Totò Fiandaca per predisporre una prima pubblicazione sul web di questi dati.

Abbiamo soltanto iniziato il lavoro, partendo da questi passi:

  • abbiamo per ora lavorato sulla sola perimetrazione;
  • ricostruito la legenda/descrizione per i codici ZTO presenti nel primo dataset. Questi infatti non sono presenti nei dati originali;
  • scelta una prima rappresentazione cartografica automatica, basata sulle zone di gerarchia più alta. Sulla scelta dei colori si può e deve fare meglio;
  • creata una prima interfaccia web per la lettura di questi dati. Come sfondo un’ortofotocarta del SITR regionale, possibilità di fare zoom & pan, una minimappa di riferimento, il tasto per condividere sui social, il tasto per essere collocato automaticamente sulla mappa, e al click con il mouse sui poligoni la lettura delle informazioni correlate.

Il dataset sul quale ci siamo concentrati è quindi quello “che ricostruisce la zonizzazione della variante generale al P.R.G. aggiornati alla delibera di “presa d’atto” del consiglio comunale n.07/2004“.

Qui l’URL attuale per sfogliare la mappa.

prg palermo share

Prossimamente vorremmo passare da questa output soltanto “visuale” a qualcosa di più utile, a una lettura “pesata” del territorio.

L’obiettivo era quello di leggere immediatamente leggibile, senza dovere installare nulla e/o sapere cosa è uno shapefile, la zonizzazione prevista dal Piano Regolatore Vigente. E credo che questo sia avvenuto (anche se sappiamo che ci sono tante piccole cose da migliorare/integrare).

In ultimo voglio sottolineare come questa interfaccia di webmapping esiste grazie a due componenti principali:

Share on Facebook135Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn5Share on Google+3Email this to someone